Seminari

Gabriele (D’Annunzio è il cognome di uno zio adottivo, che peraltro gli piace sentendosi l’Arcangelo annunciatore alle genti), figlio di Francesco Paolo Rapagnetta e Luisa De Benedictis, si dimostra allievo diligente, primeggiando negli studi. Il collegio che frequenterà a Prato nella colta terra toscana, correggerà la sua inflessione dialettale e lo preparerà ad una disinvoltura linguistica. Le chiare attitudini letterarie gli fanno ben presto privilegiare la poesia e Carducci come poeta-vate, in quanto egli stesso si sente predestinato a questo ruolo-vate per il destino della nazione e come celebratore degli eroi. A soli sedici anni, anche per il sostegno economico del padre, contento dell’affermazione di questo figlio prodigio, pubblica Primo vere con grande consapevolezza poetica, compenetrato già in una ricercatezza di stile, che gli sarà del resto consona in tutte le sue produzioni artistiche.


Gabi (in lingua latina Gabii) fu una città del Latium vetus, posta al XII miglio della via Prenestina, che collegava Roma a Præneste, e che secondo Dionigi di Alicarnasso faceva parte della Lega Latina. Le sue cave fornivano un'eccellente pietra da costruzione, il lapis gabinus. Secondo la tradizione fu il luogo dove Romolo e Remo sarebbero stati educati e sarebbe stata loro insegnata la scrittura. A Gabi si rifugiò Tarquinio il Superbo, quando fu espulso dall'Urbe dai cittadini in rivolta che avevano decretato la fine della monarchia e l'esilio perpetuo. Gabi rappresenta il vertice antico di un triangolo con ai lati le cittadine di Tibur (Tivoli), Præneste (Palestrina) e Collatia ( Lunghezza), che nel periodo antico ebbero notevole sviluppo e grande importanza nelle vicende storiche e politiche del Lazio in forza della posizione strategica sulle arterie di collegamento dei percorsi commerciali tra l'Etruria e la Campania. Tra il IX secolo a.C. e VIII secolo a.C. in queste comunità ebbero luogo delle trasformazioni sociali, che portarono alla costituzione di un sistema sociale con la formazione di centri protourbani, anticipatori di quelli urbani propri del territorio laziale latino.


Un'analisi accurata del concetto del bello nella sua percezione storica condotta da Alma Di Mattia, esperta d'arte e di letteratura, con una presentazione grafica di grande qualità e chiarezza che può essere consultata accedendo all'allegato. Eè disponibile anche il file audio che puo essere ascoltato in contemporanea alla visione delle slides in modalità manuale.



L'8 marzo, è la ricorrenza della “Giornata internazionale della donna”, essa vuole ricordare la distinzione di genere, non paritaria, che ancora le donne, subiscono in tante parti del mondo, nonché le conquiste sociali, politiche ed economiche che sono addivenute tramite le loro lotte, nei corsi dei tanti anni e, particolarmente nel XX secolo, nella rivendicazione dei diritti politici quali il suffragio universale. Promotrice, sostenitrice del “diritto di voto” fu, nel 1907, la marxista tedesca Rosa Luxemburg.



La scrittrice, poetessa e critico d'arte Maria Fondi, nell'ambito dei "seminari in 15 minuti" organizzati dall'Associazione Frascati Poesia illustra il celebre dipinto "La Vergine delle Rocce" di Leonardo da Vinci del quale mette in evedenza gli aspetti più suggestivi del gigante delle arti e delle scienze.


La scrittrice, poetessa e critico letterario Patrizia Pallotta, nell'ambito dei seminari in 15 minuti organizzati dall'Associazione Frascati Poesia illustra il tema della paura genarata dalla scienza "trasgressiva" quella che travalica l'etica nella letteratura.


Letio magistralis dello scrittore, giornalista e critico d'arte Arnaldo Colasanti nella illustrazione iconografica del celebre dipinto di Gentile da Fabriano "L'Adorazione dei Magi" - AUDIO


Cosa è veramente importante per te? Quali sono le parole che, solo a pronunciarle, ti danno energia? Dietro ogni decisione e azione c’è sempre una ‘filosofia’, più o meno consapevole, un mettere sulla bilancia i valori (personali e sociali) che danno un senso al gioco dei comportamenti.


IL CULTO DEL SOLE E GLI ALBORI DELLE ILLUSIONI - IL CANTO DEL SOLE Il tuo sguardo, il tuo luminoso sorriso, il tuo caldo abbraccio, aprono tutte le porte alla vita, rischiarano gli orizzonti più cupi ridando colore alle assenze e voce alle essenze. Tu che osservi dall'alto il tuo frutto rimani con noi sena dubbi, senza una pausa voluta o un'esitazione impensata e tutto sarà, come sempre, soltanto certezza Dall’alba della storia l’umanità ha fondato, sul potere creativo del sole, le sue culture, le sue credenze e le sue espressioni artistiche, dall’architettura alla letteratura, dalla filosofia alla religione, allo sport, al folklore, alla danza e alla musica. Variamente denominato, il sole era visto dalle culture antiche come il cuore di tutti i fenomeni, il simbolo della Verità, l’occhio della giustizia e dell’eguaglianza, la fonte della saggezza e della compassione, il guaritore delle malattie fisiche e spirituali e, soprattutto, la sorgente prima della vita, della fecondità, della crescita e dell’abbondanza



Giovedì 14 giugno ore 18,00 - via Tadino, 20 Milano - Happy Hour & Reading - L'OFFICINA INSONNE DELLA PAROLA - evento di Gianfranco Depalos e l'associazione "I pentagrammatici-onlus" Sesto San Giovanni . Poesie di Thomas Eliot, Dylan Thomas, Jaques Prevert, Attilio Bertolucci, Roberto Sanesi. Letture Virginia Bonaretti, Fabrizio Bregoli, Maddalena Capalbi, Gabriella Colletti, Gianfranco Depalos, Annita Di Mineo, Lidia Sella.



Non tutti sanno che il primo giorno di primavera, il 21 Marzo, è la giornata mondiale della poesia istituita dall’UNESCO nel 1991, avendo riconosciuta a questa espressione tra le più belle e di antica memoria, la capacità da sempre, soprattutto di “dialogo”, nel suo essere “universale”; oggi ancor più “interculturale”, ponte tra persone diverse che unisce al di là delle lingue, dei costumi e delle culture; nel suo senso di bellezza che la rende “globale”.


Presentazione del primo libro di narrativa del poeta Daniele Mencarelli con la partecipazione ed il commento di Arnaldo Colasanti. Uno straordinario percorso di vita dell'autore che attraversa la sofferenza del mondo ospedaliero vissuta in prima persona durante una indimenticabile e dura esperienza lavorativa presso l'ospedale pediatrico Banbino Gesù di Roma. Un libro da non perdere.



Questo intervento vuole riprendere idealmente il filo dei quindici minuti di Giuseppina Nieddu, del 22 gennaio di quest’anno, che aveva a tema l’impatto dei social media – ed in particolare di Facebook – sul nostro percorso, appagante e faticoso, verso un modo nuovo di essere uomini, e perciò stesso, verso un mondo nuovo. Un che contiene diversi temi su cui la riflessione è aperta, ed è anzi necessaria, per il momento particolare che stiamo vivendo. Momento che si configura davvero come un cambiamento d’epoca, come dice anche papa Francesco: non è un’epoca di cambiamento, ma un cambiamento d’epoca, ci avverte, facendo propria la percezione diffusa in molti acuti osservatori, di qualsiasi fede e professione culturale. Se possibile, l’attualità di questo tema è diventata ancor più stringente, per lo scandalo relativo al caso Cambridge Analytica e all’uso “spensierato” di dati personali al fine di manipolare ed orientare le nostre scelte, non soltanto in ambito merceologico, ma anche in occasione di eventi importanti come le elezioni politiche


"Gli Spazi Politici : Europa un'identità complessa" , il tema di nuovi spazi di dibattito politico, in una prospettiva postmoderna che ha bisogno di reti e di virtualità ma ancora di rapporti diretti e personali. L'Europa, è una realtà complessa, fatta di molte identità culturali, molte lingue e molte etnie, sostenuta da convinzioni e religioni diverse ma anche una terra di molte possibilità in un progetto audace di unità .



E solo quando la riceviamo ce ne approviamo per sempre. Allora inizia un’avventura meravigliosa. Soli con noi stessi possiamo costruire o distruggere quello che desideriamo. Certo gli anni dell’adolescenza magnifica, l’età dei sogni gloriosi ci offre stimoli irripetibili. Ma sé il sogno continuiamo a rincorrerlo anche da adulti si vive con un cuore che pulsa emozioni. Mai lasciarsi spegnere. Sempre, anche nei momenti più bui respirare a pieni polmoni, adagiarsi sulla propria vita per rinascere di nuovo e rivedere la luce. Mai appoggiarsi troppo agli altri.



L’educazione non è una scienza esatta, non è una professione facile, né programmabile e il progetto di Educazione visionaria nasce dalla forte volontà di voler trovare risposte e soluzioni a problemi mai del tutto risolti. E’ un progetto semplice che però vuole rompere alcuni vecchi schemi. A scuola si ha il polso esatto del tessuto sociale e il tessuto sociale è chiaramente ammalato; nei tempi difficili che stiamo vivendo ci rendiamo conto che tutti i linguaggi devono essere rinnovati, ma quello che riveste carattere di maggiore urgenza è il linguaggio dell’educazione. L’educazione, infatti, è la struttura portante della società ed esercita un grande potere sulle esistenze lasciando dietro di sé cambiamenti importanti; è l’unica grande opportunità di crescita che abbiamo, offre gli strumenti necessari per realizzare un mondo più umano e si traduce sempre come impegno per il mondo. Ogni progetto educativo è un progetto politico, nel senso più nobile del termine, perché contribuisce alla costruzione della collettività.


Martedì 12 dicembre 2017 alle ore 18,00 presso le Mura del Valadier, in Via del Castello a Frascati, seminario di filosofia sul tema "un modello ideale europeo" condotto da Arnaldo Colasanti ed i ragazzi dell'Associazione AUGE - AUDIO



Primo appuntamento filosofico dei quindici minuti 2018, venerdì 26 gennaio ore 17.00 Fondo Ferroni in collaborazione con l'Associazione AUGE. Argomento trattato SPAZI ALIMENTARI: il tema ecosostenibile dell'alimentazione specie nel nodo complesso di produttività, ambiente e distribuzione delle risorse alimentari. Partecipanti all'incontro giovani universitari italiani dell'associazione AUGE e Arnaldo Colasanti. AUDIO



Secondo appuntamento dei Quindici Minuti Filosofici organizzato da Frascati Poesia con la partecipazione degli studenti di varie Università Italiane dell'Associazione AUGE. : "GLI SPAZI MIGRATORI", il tema preponderante della quotidianità migratoria di individui, comunità e popoli che rischiano la sparizione e, insieme, il nostro rifiuto all'accesso. L'incontro si è svolto VENERDI' 16 FEBBRAIO ORE 17,30, Fondo Librario G. Ferroni. AUDIO



La Fisica delle parole : libere riflessioni sull’energia trasmessa con le parole e sulle dinamiche della comunicazione (By Angelo Chiolle)



Una scrittrice e poetessa analizza il Crepuscolarismo dal punto di vista sociologico e storico. AUDIO


L'analisi di uno storico sull'aspetto delicatissimo della sicurezza in rapporto alle potenzialità belliche dei potenziali nemici europei.


Vi sono parole intorno alle quali si possono dire cose sempre diverse, atteggiamenti e attitudini fondamentali, opzioni essenziali dello spettro delle possibilità umane. Parole cardine, intorno alle quali si possono far risplendere colori in maniera continuamente cangiante. Le parole sono importanti, ci avvertiva un saggio Nanni Moretti già diversi anni fa. Ne scelgo una, apparentemente lontana dal tema che ho scelto, che invece si dimostrerà - spero - essere la via più diretta per entrare davvero in argomento. Prendiamo la parola umiltà. La si può approcciare in innumerevoli modi.



Una scrittrice dalmata narra la storia dolorosa di una terra di confine attraverso una ricca e non troppo conosciuta letteratura di grande valore.



Nuova utopia profetica di una insurrezione poetica silenziosa


Il mito: storie affondate nella notte dei tempi. Leggende che parlano di personaggi, divini ed umani, che vivono oltre tremila anni fa. La mitologia ha governato e influenzato ogni società antica presente su questo pianeta. Costituiva la più antica espressione culturale del mondo, in ogni mito erano contenute delle verità eterne tramandate oralmente per lunghi secoli, che hanno contribuito a plasmare la coscienza dell’unità spirituale di qualsiasi popolo. Attraverso i miti, i popoli antichi sono riusciti a codificare e a trasmettere conoscenze sul mondo e sull’uomo, credenze, principi morali, norme di comportamento: insomma, tutto ciò che era ritenuto importante per l’organizzazione, la sopravvivenza e la continuità della comunità. Vale forse la pena ricordare che cos’è un mito



Una straordinaria riflessione sul potere del silenzio - AUDIO



Adele Desideri, poeta, saggista e critica letteraria, vive e lavora a Milano.



Frascati - L’Associazione Frascati Poesia in collaborazione con il Comune di Frascati, Cultura e Turismo Il delegato , ha organizzato venerdì 5 settembre 2014 presso la Sala degli Specchi di Palazzo Marconi (piazza Marconi, 3), un evento dal titolo “La Rinascita di una nazione”, articolato tra documenti storici filmici dell’Istitito Luce ed un recital poetico ( Libero De Libero, Alfonso Gatto, Salvatore Quasimodo, Antonio Seccareccia), in occasione dell’8 settembre che ogni anno ricorda alla cittadina il bombardamento del 1943.



Malala Yousafzai, studentessa, blogger e attivista Pakistana, in questo video del 12 luglio 2013, giorno del suo sedicesimo compleanno, parla alle Nazioni Unite dopo essere sopravvissuta ad un attentato Il 9 ottobre 2012, in cui è stata gravemente ferita alla testa e al collo da uomini armati saliti a bordo del pullman scolastico su cui lei tornava a casa da scuola.



Relatrice Prof.ssa Patrizia Pallotta - Il bene ed il male nella letteratura e nella filosofia